venerdì 5 dicembre 2014

Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne alla Vaniglia

Raccogliendo qualche richiesta dai lettori che non possono consumare alcuni ingredienti, ho sfornato questi Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne profumati alla vaniglia, una ricetta adatta per ogni tipo d'intolleranza poiché senza cereali, senza latticini, senza uova e senza frutta seccail sapore delicato della farina di chufa rende meno forte il gusto della farina di castagne. Ho rotolato l'impasto nella farina di chufa accorgendomi casualmente di aver ottenuto un effetto come quello dei famosi biscotti Craquelés, non lasciatevi ingannare dall'aspetto rustico e croccante perché nascondono un interno morbido e dolce.
Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne alla Vaniglia di Armonia Paleo
Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne alla Vaniglia

Ingredienti per 13-14 Biscotti
Per la Copertura
Procedimento
  1. In una ciotola miscelare la farina di castagne, la farina di chufa, il sale, la vaniglia in polvere e il bicarbonato di sodio.
  2. In una piccola ciotola diluire il miele con l'olio di cocco fuso.
  3. Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi e amalgamare bene, unire un cucchiaio di acqua e aggiungere l'acqua rimanente solo se necessaria per ottenere un impasto malleabile.
  4. Prelevare dall'impasto delle porzioni della dimensione di una noce, rotolare le palline nella farina di chufa e adagiarle sulla leccarda del forno foderata con carta da forno, premere leggermente la superficie dei biscotti con il dorso della mano.
  5. Cuocere in forno a 170°C in modalità statica per 12-15 minuti, regolandovi col vostro forno.
  6. Lasciare raffreddare e servire.
SuggerimentiPer un dolce pensiero augurale si possono confezionare i biscotti in un sacchetto di carta trasparente e chiudere con un nastrino colorato, oppure in vasi di vetro o scatole di latta.
Da consumare moderatamente se si vuole perdere peso.
Info: La Farina di Chufa, ottenuta dal Cyperus esculentus, conosciuto in Italia come cipero o zigolo dolce, in Spagna come chufa e in Nigeria come tiger nuts, è il tubero di una pianta erbacea. Il tubero di cipero è senza glutine e adatto per il Protocollo Paleo Autoimmune, ha un sapore unico, molto gradevole, naturalmente dolce senza aggiunta di zuccheri, dal gusto simile a mandorla e nocciola. Per il suo alto contenuto di fibre garantisce un grande effetto di sazietà ed è benefico per l'intestino, inoltre è ricco di sali minerali quali ferro, potassio, rame, magnesio e fosforo.
Le castagne di terra si possono consumare come snack lessate o arrostite, aggiunte alle zuppe o nei contorni. Le castagne non contengono glutineA differenza di molti altri frutti a guscio quali mandorle o noci, hanno un basso contenuto di grassi e di acido fitico e sono invece ricche di amido, contengono vitamina C, rame e manganese. Le castagne hanno un alto contenuto di carboidrati, perciò da consumare con moderazione se si vuole perdere peso.
Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne alla Vaniglia di Armonia Paleo

Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne alla Vaniglia di Armonia Paleo

Biscotti Craquelés di Chufa e Castagne alla Vaniglia di Armonia Paleo
Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita.
Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook 

6 commenti:

  1. cioè praticamente na botta di salute.. tutti ingredienti meravigliosi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un dolce pensiero per chi ha intolleranze a tanti ingredienti, sono sani e buoni! :-)

      Elimina
  2. Incuriosita dalla ricetta oggi ho provato a fare questi biscotti...sono stra-stra-strabuoniiiii...!!! Credo di essere già "addicted" :) :) :) Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh questi biscotti sono davvero buonissimi, grazie Ely!!

      Elimina
  3. Li ho portati a cena da un amico e gli abbiamo assaggiati: anche lui ha ammesso che sono molto buoni. Io però al posto dell'olio di cocco ho messo il ghee, perché a mio figlio si accende la spia rossa appena sente il sapore di cocco. Erano buoni comunque, direi. Complimenti Morena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvy! Alcuni hanno problemi con il cocco, in questa ricetta è adatto anche il ghee.

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.