lunedì 24 novembre 2014

Fegato di Maiale nella Rete

Il fegato di maiale è un alimento diffuso nella cucina regionale italiana, in Veneto troviamo il Fegato con Cipolle alla Veneziana. Invece, nella cucina Toscana, in Emilia e in Sardegna si usa avvolgere il fegato nella rete formando dei fagottini, conosciuti come Fegatelli di Maiale, un piatto semplice, rustico e nutriente col sapore deciso di cibo vero. Avvolgere i pezzetti di fegato nella rete ha lo scopo di rendere la frattaglia più morbida e migliorarne il sapore, la rete si scioglie col calore rilasciando il grasso in cottura che arricchisce il fegato di un sapore particolarmente ricco. 
Fegato di Maiale nella Rete di Armonia Paleo

Fegato di Maiale nella Rete di Armonia Paleo
Fegato di Maiale nella Rete

Ingredienti per 2 porzioni
Procedimento
  1. Tagliare il fegato di maiale a pezzi di circa 4 cm di lato.
  2. Immergere la rete di maiale in acqua acidulata con l'aceto di mele per 2-3 minuti, per ammorbidire le membrane della rete.
  3. Scolare la rete e stenderla sopra un tagliere.
  4. Avvolgere strettamente ogni pezzo di fegato in un pezzetto di rete, non occorre legare l'involtino né fissare con stecchini.
  5. Adagiare i fagottini di fegato in una padella antiaderente o in un tegame di terracotta con lo strutto o l'olio extravergine di oliva e le foglie di alloro, cuocere per 7-8 minuti punzecchiando i pezzetti con una forchetta e girando alcune volte, insaporire con il sale a fine cottura.
  6. Servire caldi.
Suggerimenti: E' consigliabile consumare il fegato lo stesso giorno dell'acquisto perché si deteriora abbastanza velocemente. Per una buona cottura del fegato è importante cuocerlo a fuoco vivo e non troppo a lungo, aggiungendo il sale a fine cottura altrimenti indurisce. La rete di maiale si può utilizzare anche per avvolgere gli arrosti o gli spiedini di carne.
Info: La rete di maiale è il tessuto grasso che avvolge l'intestino dell'animale. 
Il fegato rappresenta una delle fonti alimentari più ricche di proprietà nutrizionali, oltre all'alto contenuto di vitamina B12 (cobalamina) fondamentale nella formazione dei globuli rossi e per le cellule del sistema nervoso, è ricco di vitamina A, ha un'alta concentrazione di ferro e contiene tutti gli aminoacidi essenziali.
Mangiare fegato è particolarmente importante nel Protocollo Autoimmune Paleo, poiché contiene nutrienti contenuti anche nelle uova, che generalmente sono escluse dalla dieta di eliminazione.
Contrariamente a quello che si può pensare, il fegato non è un semplice "filtro" bensì un impianto di trasformazione, come spiega Mark Sisson in questo articolo, il fegato converte proteine in glucosio, converte il glucosio in glicogeno, produce trigliceridi e ha molti altri compiti, ma la sua funzione più nota è la responsabilità di rendere le tossine inerti e di trasportarle fuori per essere espulse, di solito nelle urine attraverso i reni. Il fegato quindi può contenere tossine quanto ogni altra parte dell'animale. 
Inoltre, il fegato non è un alimento da consumare tutti i giorni, ha un alto contenuto di vitamina A e di rame e il consumo abbondante può essere controproducente, anche se non contiene tossine. E' consigliato un consumo settimanale, preferibilmente da animali allevati al pascolo o da allevamenti biologici. 
Fegato di Maiale nella Rete di Armonia Paleo

Fegato di Maiale nella Rete di Armonia Paleo
Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita.
Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook

6 commenti:

  1. non amo il fegato, ma so che qui qualcuno invece ne va matto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha un sapore un po' forte che non piace a tutti ma fa tanto bene! :-)

      Elimina
  2. Da buona toscana li adoro! A Prato e dintorni il fegato può essere tagliato più o meno grossolanamente e condito con sale e pepe, prima di essere avvolto nella rete. Così se ci piace un po' più cotto rimane ugualmente morbido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franca, grazie per il tuo commento e il suggerimento, infatti è vero il fegato avvolto nella rete resta ugualmente morbido!

      Elimina
  3. Ciao Morena, vengo a salutarti e a ringraziarti per il commento carino che hai lasciato sul mio post, detto da una brava come te è ancora più apprezzato, grazie ancora! Un abbraccio, Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri, quello che ho scritto lo penso davvero!
      Un bacione :-)

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.