venerdì 29 agosto 2014

Spezzatino di Capriolo con Salsa di Mirtilli Neri

Con i mirtilli selvatici dell'Appennino, oltre all'Insalata con Avocado, Rucola e Mirtilli di Bosco, ho voluto cimentarmi in una ricetta di origine altoatesina, un piatto di cacciagione che ho mangiato spesso in montagna, il capriolo con i mirtilli. Lo spezzatino di capriolo si fa riposare in una marinata profumata di erbe e spezie che aromatizza la carne selvatica, poi si procede a una lenta cottura e infine si aggiungono i mirtilli di bosco per addolcire la carne. 
Spezzatino di Capriolo con Salsa di Mirtilli Neri di Armonia Paleo
Spezzatino di Capriolo con Salsa di Mirtilli Neri

Ingredienti per 2-3 porzioni
  • 500 gr di polpa di capriolo surgelato
  • sale rosa dell'Himalaya 
  • 250 ml di vino rosso secco
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 piccola cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 foglie di alloro
  • 2 bacche di ginepro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 foglie di salvia
  • 2 cucchiai di arrowroot
  • 40 gr (4 cucchiai) di olio di cocco vergine
  • 60 ml di brodo vegetale
  • 150 gr di mirtilli neri (preferibilmente selvatici)
Procedimento
  1. Tagliare la polpa di capriolo a cubetti di 3-4 cm di lato e mettere in una terrina.
  2. Mondare la carota, il gambo di sedano e la cipolla. Tritare le verdure e lo spicchio d'aglio sbucciato.
  3. Aggiungere il trito di verdure alla polpa di capriolo, unire le bacche di ginepro schiacciate, il rametto di rosmarino, le foglie di alloro e le foglie di salvia. Coprire con il vino rosso e mettere in frigorifero a marinare per un periodo da 12 a 24 ore.
  4. Filtrare il liquido della marinata separando la carne e le verdure dal vino. Conservare il vino che servirà per la cottura del capriolo.
  5. In una casseruola versare l'olio di cocco, aggiungere la carne e le verdure della marinata, rosolare per qualche minuto poi cospargere con l'arrowroot e mescolare.
  6. Versare nella casseruola il vino della marinata, insaporire con il sale, proseguire la cottura a recipiente coperto e a fuoco moderato per circa 2 ore aggiungendo pian piano il brodo caldo.
  7. Al termine della cottura togliere la carne dal tegame e tenere al caldo.
  8. Versare i mirtilli nel fondo di cottura e cuocere a fuoco basso per circa 5 minuti. 
  9. Passare la salsa di verdure e mirtilli con un passaverdure, oppure frullare con un frullatore a immersione.
  10. Servire lo spezzatino di capriolo caldo con la salsa di mirtilli a parte.
Suggerimenti: Il capriolo si può sostituire con il cinghiale oppure con il manzo. Lo spezzatino si può accompagnare con purè di cavolfiore o altro contorno di proprio gusto. 
Info: La carne di capriolo ha un alto contenuto proteico, è particolarmente magra e ricca di ferro e niacina. 
Il mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) appartiene alla famiglia delle Ericacee, è un piccolo arbusto spontaneo, comune nei boschi di montagna nelle Alpi e sugli Appennini. I frutti di colore blu maturano tra luglio e agosto, hanno proprietà antiossidanti utili a contrastare l'invecchiamento, antinfiammatori, ricchi di bioflavonoidi, l'alto contenuto di antocianine li rende preziosi per la buona salute degli occhi. 
L'arrowroot è un tipo di fecola che si ricava dalle radici della Maranta, è un amido molto digeribile, dal sapore neutro e senza glutine. Indicato per addensare creme e salse. 
Spezzatino di Capriolo con Salsa di Mirtilli Neri di Armonia Paleo
Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita.
Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook 

4 commenti:

  1. Un piatto che profuma di monti, dell'umido del bosco, dell'aroma dei pini e della penombra della sera... che splendore. Bravissima amica mia. Un abbraccio di bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come perpetuare i ricordi di vacanza! Un abbraccio a te cara :**

      Elimina
  2. Avrei messo i ribes solo per contrastare il colore del piatto per evitare tutto quel nero ma il sapore credo sarebbe più agro.

    Complimenti sempre per le stupende ricette, come le presenti e per le foto straordinarie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho utilizzato i mirtilli selvatici che avevo a disposizione, il colore scuro è dato anche dal vino rosso del fondo di cottura.

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.