domenica 15 settembre 2013

Kanelbullar - Brioches Svedesi alla Cannella

Girovagando per la Svezia, ho visto che l'aringa rappresenta il pesce più consumato mentre il dolce che simboleggia la pasticceria svedese è il Kanelbullar o Kanelbulle, una specie di brioche tonda arrotolata profumata di cardamomo e cannella, che quando ho visto non ho potuto resistere a provare in versione Paleo.
Come spesso accade le ricette variano da una famiglia all'altra, ho preso spunto dalla ricetta svedese vista qui  e qui, ma per gli ingredienti mi sono affidata ai miei Biscotti con cuore di fichi secchi aggiungendo l'arrowroot e la farina di semi di lino per modificare la consistenza dell'impasto. Dopo alcune prove ho sfornato questi Kanelbullar Paleo, soffici e profumatissimi.

Kanelbullar - Brioches Svedesi alla Cannella di Armonia Paleo
Kanelbullar - Brioches Svedesi alla Cannella

Ingredienti per 9 Kanelbullar 
Per il ripieno
Per la lucidatura
Procedimento
  1. Macinare i semi di lino e l'interno dei baccelli di cardamomo in un macina spezie o macina caffè elettrico.
  2. In una grande ciotola mescolare la farina di mandorle con il sale, il bicarbonato di sodio, i semi di lino macinati a farina, il cardamomo macinato e l'arrowroot.
  3. In una ciotola più piccola sbattere le uova con il miele, l'aceto di mele e l'olio di cocco.
  4. Unire gli ingredienti liquidi a quelli secchi fino ad ottenere un impasto ben amalgamato. (nel caso fosse troppo appiccicoso aggiungere farina di mandorle)
  5. Appoggiare l'impasto tra due fogli di carta da forno, e stendere con un matterello formando un rettangolo di circa cm 27 x 29. 
  6. Farcire l'impasto: mescolare il miele con il ghee o l'olio di cocco con la cannella, cospargere uniformemente sull'impasto fino a coprire l'intera superficie.
  7. Con l'aiuto della carta da forno avvolgere (dalla parte più stretta) delicatamente l'impasto farcito  formando un rotolo.
  8. Tagliare il rotolo a fette della larghezza di 3 cm.
  9. Adagiare ogni fetta tagliata, a faccia in su, in un pirottino di carta per muffin; mescolare l'uovo con il miele o il latte di cocco e con un pennello lucidare la parte superiore e i bordi dei kanelbullar.
  10. Mettere in forno a 170° e cuocere per 25 minuti o fino a doratura, regolandovi col vostro forno.
  11. Togliere dal forno e lasciare raffreddare.
  12. Servire.
Suggerimenti: I Kanelbullar migliorano i giorni successivi perché si ammorbidiscono maggiormente e le spezie sprigionano al meglio il loro aroma. Si conservano bene in una scatola di latta per 4-5 giorni.

Kanelbullar - Brioches Svedesi alla Cannella di Armonia Paleo
Con questa ricetta partecipo alla raccolta dell'Abbecedario Culinario della Comunità Europea per la cucina della Svezia, ospitata in questa tappa dal blog Un Uomo dal Bagno alla Cucina.
L'Abbecedario Culinario della Comunità Europea!

Kanelbullar - Brioches Svedesi alla Cannella di Armonia Paleo
Ti potrebbe anche interessare:

Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita.
Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook 

14 commenti:

  1. sono molto invitanti....con una bella tazza di the fumante vicino...
    una variante alla mia solita colazione con uova strapazzate!!!buon lunedi ...erika...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è bastato un kanelbullar di questi a colazione e son rimasta sazia fino all'ora di pranzo. Buona giornata a te! :-)

      Elimina
  2. Sono davvero invitanti, e poi con quello sfondo sembra davvero di essere su un prato svedese :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara! :-) Non conosco i prati svedesi ma posso dire che questo con le farfalle azzurre è bellissimo!! A presto!! :**

      Elimina
  3. Le tue versioni mi intrigano sempre...scusa se sono ripetitiva ma non ne posso fare a meno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi commenti sono sempre graditi. :-) Questa è stata una sfida...ma ha soddisfatto anche amici non Paleo e sono contenta del risultato!!

      Elimina
  4. Mi piacciono sempre le tue variazioni Paleo...anche su questa ricetta, che abbiamo capito essere un classico della cucina svedese,davvero invitanti!!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pinko!! Ora salutiamo la Svezia e prepariamo la valigia per Cipro! ;-)

      Elimina
  5. Buonissime, non sai da quanto tempo ho voglia di provarle e non mi decido mai! Questa tua versione paleo è ottima, complimenti e un abbraccio! Buon inizio settimana :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io tentennavo a provarle perché non credevo possibile farle in versione Paleo e invece hanno pienamente superato la sfida!! Buona settimana cara! :**

      Elimina
  6. Risposte
    1. Ma tu sai che è reciproco!!!!! :-) :**

      Elimina
  7. Ciao Morena! Vorrei provare a realizzare questa ricetta che ha un aspetto molto invitante! Ho un dubbio: posso non utilizzare l'aceto di mele o è fondamentale? Grazie mille, Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, ho messo l'aceto di mele per ottenere una migliore lievitazione. Puoi provare a non metterlo, fammi sapere il risultato!

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.