lunedì 27 maggio 2013

Szilvás Gombóc Keksz (Gnocchi di Prugne - Biscotti all'Ungherese)

Girovagando per le cucine ungheresi ho visto una ricetta di origine austroungarica, in diverse varianti, si tratta di grandi gnocchi tondi con un ripieno di prugne, preparati solitamente con un impasto a base di patate e conosciuta anche nelle regioni italiane del Friuli e del Trentino. 
La ricetta che vi propongo ne ricorda la forma e il ripieno ma ha invece la consistenza di un biscotto, ho preso spunto dalla ricetta originale trovata qui che ho tradotto con qualche difficoltà poiché come in molti siti ungheresi, le quantità sono espresse in dkg (decagrammi) e con il traduttore online si trasformano in grammi e once. Stavo quasi per rinunciare ma ero troppo curiosa di sperimentare, perciò ho deciso di procedere a modo mio e, riducendo le quantità e sostituendo alcuni ingredienti, ho riadattato la ricetta all'alimentazione Paleo (cioè senza cereali, senza legumi, né latticini), sfornando questi dolcetti dal gustoso ripieno, adatti per la colazione o per un dolce spuntino.  
Gnocchi di Prugne - Biscotti all'Ungherese di Armonia Paleo
Szilvás Gombóc Keksz 
(Gnocchi di Prugne - Biscotti all'Ungherese)

Ingredienti per 20-22 biscotti
Per la copertura
Procedimento
  1. Mescolare il miele con l'olio di cocco fuso, unire l'uovo e mescolare bene.
  2. In una ciotola miscelare la farina di mandorle con la cannella, la vaniglia, il sale e il bicarbonato di sodio.
  3. Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi e amalgamare bene.
  4. Tagliare ogni prugna a metà.
  5. Dividere l'impasto in piccole quantità di circa 15 grammi e formare delle palline; inserire mezza prugna al centro di ogni pallina, quindi chiudere con la pasta.
  6. Rotolare le palline nella cannella in polvere e adagiare sulla leccarda del forno ricoperta di carta forno.
  7. Infornare a 170° per 25 minuti.
  8. Lasciar raffreddare e servire.
Gnocchi di Prugne - Biscotti all'Ungherese di Armonia Paleo

Con questa ricetta partecipo alla raccolta dell'Abbecedario Culinario della Comunità Europea per la cucina dell'Ungheria, ospitata dal blog Cindystar

Gnocchi di Prugne - Biscotti all'Ungherese di Armonia Paleo

Ti potrebbe anche interessare:
-Guida Ungheria

22 commenti:

  1. Smbrano veramente speciali e che carina l'idea di trasformarli in dolcetti nei pirottini pizzosi bianchi!
    Grazie per averla condivisa con l'Abbecedario, la raccolta sta aumentando :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cindy ho stravolto la ricetta e sono contenta di averli provati perché sono buonissimi!!!

      Elimina
  2. mamma mia, devo dirti che mi hanno proprio conquistata questi biscotti. mai mangiati ma solo a leggere gli ingredienti si capisce la loro bontà unica!
    un abbraccio mia cara e complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vaty! E pensare che stavo per rinunciare...invece sono ottimi con quel dolce ripieno di prugne!! Un abbraccio e a presto. :**

      Elimina
  3. devono essere deliziosi..proprio or ora sto cucinando una cenetta ungherese...speriamo bene... bacioni!

    RispondiElimina
  4. Debbo provarli di sicuro!!!! ;-) Baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Resy per te fare questi è una sciocchezza! ;-)

      Elimina
  5. Mmmmhhh come sembrano gustosi!! Mi fai venire una voglia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehilà Silvia, tutto bene da quelli parti? I dolcetti son buoni e veloci da fare! A presto :)

      Elimina
  6. Molto interessante questa tua ricetta :) finalmente mi posso dedicare ad una navigazione accurata tra le ricette dell'Abbecedario!!!! Devo provare a farla e vado a curiosare anche sul sito che hai indicato.
    Come sempre le tue fotografie sono molto eleganti, brava!
    A presto
    Rosa Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha incuriosito pure me e come al solito l'ho adattata, comunque sul sito ci sono molte ricette ungheresi e troverai qualcosa di tuo gusto!! Un abbraccio e a presto! :)

      Elimina
  7. Sembrano squisiti! Ho fatto il tuo pane paleo...è venuto ottimo! Credimi se ti dico che ci è piaciuto un sacco! La prossima volta però lo preparo con l'olio di cocco invece del ghee, voglio vedere la differenza! Grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi biscotti sono davvero una bella sorpresa con il cuore di prugna! Sabry ti credo eccome...il pane paleo è buono e mi fa piacere che lo dici anche tu!! Puoi usare tranquillamente l'olio di cocco, a mio parere è pure migliore!! ;-)

      Elimina
  8. La ricetta mi piace..sembrano persino semplici da fare..piuttosto non ho capito granché dell'iniziativa dell'abbecedario culinario a cui tu, vedo, partecipi con assiduità..ma forse è meglio così..un'altra cosa..non riesco a rispondere ai tuoi commenti sul mio blog..mi appare questa scritta "Paleo Anima ha disattivato la ricondivisione per questo post, Visibile solo su questa pagina"..è corretto?
    Fammi sapere, non amo lasciare i commenti senza risposta, mi sento scortese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta è semplice e veloce, ho stravolto quella originale sostituendo ingredienti ma l'idea della prugna nel ripieno di un biscotto tondo mi è piaciuta e sono contenta di essere riuscita a realizzarla senza farine di cereali! La raccolta dell'abbecedario è divertente ed è un modo per imparare dalle altre cucine europee, puoi partecipare anche tu se ti va.
      PS: ho messo nuovi commenti al tuo blog, spero sia tutto a posto! :)

      Elimina
  9. urca! questa ricetta mi piace moltissimo! me la sono riletta 3 volte e mi sono decisa a provarla qst week end! posso? davvero mi ispira tantissimo!!!!!grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?! Allora provala e fa sapere se ti piace!
      Ti dirò che facendoli mi sono venute in mente tante di quelle varianti che non hai idea!!! ;-)

      Elimina
  10. :)Galuste cu prune(gnocchi di prugne) nella regione di Maramures(Romania) vengono preparate con piccole differenze usando patate farinose o semolino.In quella Contea si trova una grandissima enclave magiara(siamo a Nord-Ovest della Romania)a pochi km dal confine e quasi tutti i romeni parlano tranquillamente l'ungherese,e le due culture culinarie si sono inglobate dando origine a miscellanze fantastiche.complimenti a te che hai pensato a questa bontà.Ps mio marito è di Maramures e i miei suoceri cucinano e parlano ungherese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nel mio blog e grazie per le informazioni!! Maramures l'ho vista virtualmente con l'Abbecedario in occasione della tappa in Romania e ricordo i bellissimi monasteri. Come avrai visto, la mia ricetta è adattata ma l'idea di base è rimasta quella del biscotto col ripieno di prugna.

      Elimina
    2. sicuramente parli de manastirea din Barsana con i suoi tetti di legno ,se non erro patrimonio unesco.Pensa che non ci sono mai andata pur essendo vicina a Baia Mare.Mi piace la tua versione delle galuste(in magiaro non riuscirei a scivere),molto .Grazie per avermi fatto ricordare le ferie :) a presto.Complimenti per le ricette e il blog ciaooo anzi la revedere ,arrivederci a presto

      Elimina
    3. Sì Simo, parlo dei monasteri con i tetti di legno, un bel patrimonio Unesco. Grazie per la visita e a presto! :)

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.