giovedì 14 marzo 2013

Mititei o Mici - Salsicciotti Romeni

Il viaggio in compagnia dell'Abbecedario Culinario d'Europa continua in Romania, ospitati in questa tappa dal blog La cucina di Cristina e non potremmo avere guida migliore perché Cristina è romena. 
La Romania, entrata nell'Unione Europea nel 2007, è situata all'incrocio tra l'Europa Orientale e l'Europa Balcanica, bagnata a sud dal Danubio che in un tragitto di 1075 km arriva a sfociare nel Mar Nero attraverso il delta che è stato dichiarato riserva naturale della biosfera e patrimonio Unesco dell'Umanità. 
Pellicani nel Delta del Danubio
Pellicani nel Delta del Danubio - Foto presa da qui
Il territorio della Romania comprende anche i monti Carpazi dove ci sono percorsi ben marcati per il trekking, suddivisi in itinerari con vari livelli di difficoltà, mentre il Mar Nero è noto sia per le vacanze balneari sia per le proprietà terapeutiche dei fanghi e delle acque termali. 
Tanti sono i castelli disseminati per la nazione come il castello Peles, considerato tra i più belli d'Europa, 160 stanze decorate nei più raffinati stili dell'epoca con alcune camere decorate da Gustav Klimt. Il castello di Peles è stato il primo edificio del genere a disporre sin dalla costruzione di riscaldamento centralizzato e ascensore.
Peles - vedere gen
Castello Peles - Foto presa da qui
Altro castello, meglio conosciuto come il castello di Dracula, è il castello Bran, che ha ispirato il romanzo di Bram Stoker nella creazione del suo personaggio letterario, il Conte Dracula, anche se in realtà non ci sono dati che possano collegare il castello Bran al nome del principe Vlad Tepes. Il castello sembra spuntare dalla roccia ed è costruito intorno ad un cortile interno dove sono affacciate le camere, alcune collegate con il cortile attraverso passaggi segreti che intensificano l'aria di mistero attorno al castello. 
Castello di Bran
Castello Bran - Foto presa da qui
Pure Bucarest è legata al Principe Vlad detto Tepes (l'Impalatore) che firma nel 1459 un documento che attesta per la prima volta l'esistenza della città che sarebbe diventata prima la capitale della Valacchia e in seguito la capitale della Romania, nonostante una leggenda voglia come fondatore della città un pastore chiamato Bucur, il cui nome significa "gioia" da cui deriva il nome Bucuresti.
Nella regione di Maramures, situata all'estremo nord della Romania, al confine con l'Ucraina,  sono conservate intatte le tradizioni ancestrali in un ambiente in cui il tempo sembra essersi fermato e dove i contadini lavorano ancora con strumenti altrove scomparsi. Maramures è conosciuta per le sue feste popolari, per i tradizionali costumi indossati ancora oggi, per l'architettura delle case e delle chiese dai tetti aguzzi costruite esclusivamente in legno e per i caratteristici portici intagliati delle case. Nella costruzione delle chiese non è stato utilizzato ferro in nessuna forma neanche di chiodi, tutto è realizzato a incastro. Tra queste chiese, otto sono state dichiarate patrimonio Unesco dell'umanità per la loro bellezza e rarità.
Manastirea Barsana
Monastero di Barsana - Foto presa da qui
E ora parliamo della cucina romena, ricca e saporita, influenzata dai paesi limitrofi, consiste di piatti principalmente a base di carne e verdure. Tra i dolci, molti di origine austro-ungherese e turca, arricchiti con semi di papavero e noci.
Da quanto ho potuto leggere e vedere da internet, la Romania ha più di un motivo per una vacanza ma per ora devo accontentarmi di un tour virtuale tra le cucine romene partendo con la ricetta dei Mititei o Mici, piccole polpette a forma di salsiccia preparate senza uova, con carne di manzo talvolta mescolata a carne di maiale o di pecora, condita con aglio, erbe aromatiche e... bicarbonato di sodio, sì avete capito bene, proprio il bicarbonato di sodio che pare si aggiunga all'impasto per renderlo più soffice e forse anche per aiutare la digestione che potrebbe risultare difficoltosa a causa dell'aglio. Queste polpette solitamente vengono cotte sulla griglia e servite con senape o altre salse locali. Ho preso spunto dalle ricette originali trovate qui qui e ho cotto i mititei in una padella antiaderente. Sono appetitosi, erbe aromatiche e aglio insaporiscono senza disturbare alito e digestione, ben cotti all'esterno e morbidi al centro.
 Mititei o Mici - Salsicciotti Romeni di Armonia Paleo
  Mititei o Mici - Salsicciotti Romeni
Ingredienti per 13 Mititei 
Procedimento
  1. Mettere il macinato in un robot da cucina con il sale, l'aglio tritato, la paprika, il bicarbonato di sodio diluito con la spremuta di limone e le erbe aromatiche.
  2. Azionare le lame del robot e aggiungere l'acqua pian piano fino ad amalgamare bene il composto, che dovrà risultare cremoso.
  3. Mettere l'impasto in frigorifero a insaporire per una notte.
  4. Formare, con le mani unte di olio di cocco, dei piccoli salsicciotti di circa 30 grammi e lunghi 7-8 cm, spennellarli con olio di cocco e cuocere a fuoco medio su una  padella antiaderente o una bistecchiera in ghisa girandoli per 3 volte.
  5. Servire caldi con senape a parte. 
Mititei o Mici - Salsicciotti Romeni di Armonia Paleo

Con questa ricetta della Romania partecipo alla raccolta dell'Abbecedario Culinario d'Europa, ospitata in questa tappa dal blog La cucina di Cristina


Mititei o Mici - Salsicciotti Romeni di Armonia Paleo
Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita.
Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook 

4 commenti:

  1. Complimenti !!!
    Una ricetta molto amata in Romania, non c'è grigliata senza mici :-)
    Grazie per aver partecipato
    Cristina

    RispondiElimina
  2. E ti credo che è una ricetta molto amata, sono molto buoni questi mici. ;-)

    RispondiElimina
  3. uhh questi lo conosco! sono stata in romania e li ho apprezzati! brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che ho potuto vedere da internet, la Romania è molto bella e merita un viaggio. Prima o poi... così assaggio in loco, ;-)

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.