giovedì 21 marzo 2013

Ciorbă de Laptuci Romena - Zuppa Romena di Lattuga

Oggi torniamo virtualmente in Romania in compagnia dell'Abbecedario Culinario della Comunità EuropeaIn Romania, come in Italia, si trovano numerosi centri termali, alcuni dei quali risalgono ai tempi degli antichi Romani, che anche in queste regioni diffusero la pratica delle cure termali. Ben un terzo delle sorgenti minerali d’Europa si trovano nel territorio rumeno e attualmente sono circa settanta le terme attive. 
Adoro le terme e in questi giorni si starebbe ancora bene a mollo nella calda acqua termale, in mancanza di quelle meravigliose acque di benessere possiamo scaldarci lo stomaco con una zuppa calda. La ciorbă è uno dei piatti più importanti della cucina rumena, solitamente costituisce il piatto forte del pasto, generalmente è una zuppa composta da un misto di verdura e carne e a fine cottura si aggiunge uovo e viene inacidita con smântână (panna acida) o yogurt. Nei blog di Cristina e di Angela ho scoperto una zuppa tradizionale rumena a base di lattuga che si cucina soprattutto nella regione della Transilvania. Fra tante, ho scelto questo tipo di ciorbă perché una zuppa simile la faccio anch'io ma non avevo mai provato la variante con l'uovo mescolato allo yogurt, ho poi preferito frullare la verdura per renderla cremosa come una vellutata. 
Ciorbă de Laptuci Romena - Zuppa Romena di Lattuga di Armonia Paleo
 Ciorbă de Laptuci Romena - Zuppa Romena di Lattuga 

Ingredienti per 2-4 porzioni
  • 1 cespo di lattuga (circa 300 grammi)
  • la parte verde di un cipollotto
  • 300 ml di brodo vegetale
  • 50 gr di pancetta tesa
  • 150 ml di yogurt bianco intero (o kefir o  panna acida)
  • 1 uovo (meglio se da allevamento a terra o biologico)
  • 1 cucchiaio di olio di cocco vergine
Procedimento
  1. Tagliare a rondelle il gambo del cipollotto e fare imbiondire in una pentola con l'olio di cocco.
  2. Pulire e lavare molto bene le foglie di lattuga, quindi affettare a striscioline e unirle al cipollotto, aggiungere il brodo, chiudere la pentola con un coperchio e cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti.
  3. Nel frattempo, in una ciotola mescolare l'uovo con lo yogurt.
  4. Terminata la cottura della lattuga, spegnere il fuoco e frullare con un frullatore a immersione.
  5. Unire la crema di uovo e yogurt alla zuppa di lattuga e rimettere sul fuoco per qualche minuto amalgamando bene al composto.
  6. Tagliare la pancetta a dadini e cuocerla in una padella antiaderente fino a quando sarà dorata e croccante.
  7. Servire la vellutata di lattuga cosparsa di pancetta croccante.
SuggerimentiL'albume crudo contiene avidina (antinutrizionale), consiglio una breve cottura della crema di uovo e yogurt poiché l'avidina viene inattivata dal processo termico di cottura.
Per chi ha intolleranze ai latticini, si può sostituire lo yogurt con latte di cocco.
In Romania, questa zuppa si usa servirla calda ma a mio parere è buona anche fredda.
Con questa ricetta della Romania partecipo alla raccolta dell'Abbecedario Culinario d'Europa.

e al Contest di Nus di L'Ennesimo Blog di Cucina,"CRE-AZIONI IN CUCINA, VELLUTARE di marzo 2013"



Ti potrebbero anche interessare:

11 commenti:

  1. Mmmmhhhh buonaaaaaa!!!! Avrei proprio bisogno di questa stasera!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti mando un corriere...in serata arrivaaaa!!! ^_^

      Elimina
  2. mmmm molto interessante!!! e che gusto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cucina di altri paesi mi interessa sempre tanto e si possono avere spunti per nuove idee. :-)

      Elimina
  3. Tempo fa ho fatto una crema di lattuga e mi è piaciuta tantissimo, immagino la vellutata... deve essere squisita! :D Complimenti, segno la ricetta! ;) Un bacione e buon weekend :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, la lattuga sta bene vellutata! Buona domenica anche a te!! :-*

      Elimina
  4. Sai che mi ispira proprio questa crema?? E poi che bel blog!!! Mi unisco subito ai lettori..buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara! Ricambio la visita e buona domenica a te! :-)

      Elimina
  5. Anche la tappa rumena è giunta al termine e scusandomi per il ritardo ho finalmente aggiornato la pagina dell'abbecedario: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/03/d-come-drob.html.
    Grazie per aver partecipato e ti aspetto in Francia!
    Aiu'

    RispondiElimina
  6. Ciao, ho fatto questa zuppa ieri sera, è buonissima. Sempre brava!!
    Ilaria.

    RispondiElimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.