mercoledì 13 febbraio 2013

Abbracci

Abbracci di frolla di mandorle chiara e scura, un incontro di due identità diverse non sempre facile... occorre pazienza e buona volontà per mantenere il legame e non farlo andare in briciole. Ad ogni abbraccio la motivazione a continuare fino a raggiungere una salda unione col calore del forno in una forma unica tutta da gustare.  J
 Abbracci di Armonia Paleo
Abbracci

Ingredienti per 24 biscotti

Impasto chiaro
Impasto scuro
Procedimento

  1. In una piccola ciotola sbattere l’uovo con il miele, aggiungere il ghee o l'olio di cocco fuso e tiepido.
  2. In un’altra ciotola mescolare la farina di mandorle con la vaniglia e il sale.
  3. Mescolare gli ingredienti umidi ai secchi, mescolando fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo
  4. Dividere l'impasto a metà.
  5. Ad una delle parti aggiungere gli ingredienti per l'impasto scuro e cioè il cacao, il miele e il latte di cocco amalgamando bene.
  6. Avvolgere ogni impasto con pellicola per alimenti e mettere in frigorifero per 1 ora.
  7. Prelevare piccoli pezzetti dagli impasti e formare dei rotolini lunghi 5 cm e spessi circa 2 cm.
  8. Accoppiare i due impasti (chiaro e scuro) unendo i rotolini alle estremità e sovrapponendo la parte chiara a quella scura. 
  9. Appoggiare i biscotti in una teglia foderata di carta da forno e infornare a 170° per circa 15 minuti, regolandovi col vostro forno.
  10. Lasciare raffreddare e servire.
Suggerimenti: L'impasto chiaro si sbriciola più facilmente, per renderlo più malleabile si può aggiungere poco latte di cocco e se occorre altra farina di mandorle. 
Non ho messo il bicarbonato perché in genere nella pasta frolla non è previsto e a mio parere il bicarbonato renderebbe troppo molle la frolla di pura mandorla.
Abbracci di Armonia Paleo

Buona colazione con un abbraccio...

Abbracci di Armonia Paleo


9 commenti:

  1. Complimenti per la coreografia!!!! e anche per le forme....Bravissima...slurp... me pari GIOTTO ah ah :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee!!! Ci è voluta tutta la mia pazienza per chiudere il cerchio, altroché Giotto. :-))

      Elimina
  2. Carinissimi questi biscottini..i bimbi saranno felici. Una domanda..quando parli di latte di cocco..intendi la parte solida..o la parte liquida ? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Corrado, saranno felici i bimbi e anche i grandi ;-)
      Per latte di cocco intendo il contenuto della confezione ben mescolato. Quando utilizzo la parte diciamo "solida" la chiamo panna di cocco.
      Fammi sapere il risultato! :-)

      Elimina
  3. molto interessante!ma con lo stesso impasto si potrebbe anche provare a fare una base per crostata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di sì, in fondo è una pasta frolla di mandorle...se provi fammi sapere, grazie!

      Elimina
  4. Complimenti innanzitutto per il grande lavoro svolto in tutto il blog! E grazie di avermi regalato ricette che hanno rivoluzionato la mia cucina Paleo!!!
    Ho appena provato questi abbracci, ma non avendo tutti gli ingredienti e sostituendo il miele con lo xilitolo...qualche ritocchino dovrò apportarlo, ma sono buoni e mi immagino la tua versione come sia vicina agli originali!
    Piuttosto, hai mai utilizzato lo xilitolo?sai, in Paleo per limitare i carbo e l'insulina sembra essere un buon sostituto dello zucchero&co.
    Mi farebbe piacere avere un riscontro da un'esperta! ;)
    Grazie ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Catbor! Grazie per il tuo commento, mi fa piacere averti dato idee nuove per la tua alimentazione Paleo! :-)
      Non ho mai usato lo xilitolo perché non è un alimento naturale, è un prodotto estratto chimicamente dal legno di betulla o di faggio, può essere estratto anche dal grano e dal mais. Cerco di utilizzare prodotti che abbiano subito meno lavorazioni possibili, inoltre lo xilitolo può causare problemi intestinali, provocare gonfiori, diarrea e flatulenza. I popoli primitivi trovavano il miele e come avrai visto nelle mie ricette utilizzo minime quantità. Qualsiasi tipo di dolcificante, benché naturale, è da usare con moderazione.

      Elimina

Inserisci un commento...

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.